• News

    News

20.12.2017 - SENZA FAR RUMORE. IL DOCUMENTARIO CHE RACCONTA DUE GENERAZIONI DI EMIGRANTI DELLA VAL DI CEMBRA - Il film, sostenuto da Piattaforma delle Resistenze, sarà presentato il 20 dicembre al Molin de Portegnach di Faver

news bando 2018Volge al termine il progetto “Senza far rumore. Emigranti in Val di Cembra ieri e oggi”, sostenuto dalla Piattaforma delle Resistenze attraverso #bandoresistenze2017 e diventato un documentario curato da Barbara Fruet e Stefania Viola con la fotografia e il montaggio di Gianpiero Mendini. La presentazione in programma al Molin de Portegnach di Faver, mercoledì 20 dicembre alle ore 20.30.

In una valle periferica del Trentino, due generazioni si raccontano. 30, 40, 50 anni di storia a separarle, l'esperienza della migrazione ad unirle. Cosa è cambiato in questi anni? Quali sentimenti muovono le persone ancora oggi? Speranze, sogni, delusioni, fatica: sono davvero tanto mutati insieme al tempo trascorso?
Queste le domande al centro del progetto “Senza far rumore: emigranti in Valle di Cembra, ieri e oggi”, sostenuto dalla Piattaforma delle Resistenze Contemporanee attraverso il “Bando Resistenze 2017” e diventato un documentario.

Il progetto, realizzato da un gruppo informale costituito da Barbara Fruet e Stefania Viola, in collaborazione con l'Ufficio Emigrazione della Provincia autonoma di Trento e l'associazione culturale Sorgente ’90, terminerà mercoledì 20 dicembre con la proiezione del film “Senza far rumore”, scritto e diretto dalle due responsabili del progetto, per la fotografia e il montaggio di Gianpiero Mendini. La presentazione è in programma per mercoledì 20 dicembre alle ore 20.30 presso il centro culturale Molin de Portegnach di Faver, in Val di Cembra.

Il film rappresenta il punto di arrivo di un percorso durato un anno intero, durante il quale Barbara e Stefania hanno accolto storie dalla comunità, ascoltato il punto di vista delle persone, interrogato le istituzioni della Valle, incontrato gli studenti della scuola media di Verla di Giovo. Tutto il percorso è stato inoltre documentato sulla pagina Facebook Senza far rumore: emigranti in Valle di Cembra ieri e oggi. Successivamente tre viaggi: a Berlino, a Genk (Belgio), a Stoccolma, oltre a diversi spostamenti in valle raccogliendo interviste di persone che – in tempi molto diversi – hanno scelto di partire. L'obiettivo era quello di tessere una rete intergenerazionale e, attraverso un legame tra storia e cronaca, raccontare vite e scelte: «L’emigrazione è un fatto sociale – affermano le coordinatrici del progetto –. Non si tratta mai di una mera questione privata, piuttosto rappresenta una risposta estrema che territorio e istituzioni non possono esimersi dall’ascoltare».

Con la presentazione del documentario Senza far rumore si concludono i Percorsi 2017 attivati attraverso il bando. Ogni anno la Piattaforma sostiene progetti in tutto il territorio regionale: è già online sul sito piattaformaresistenze.it il bando per il 2018. Per la candidatura dei progetti c'è tempo fino al prossimo 29 gennaio.

NEWS

thanks to:

organised by:

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti. Navigando se ne accetta l'utilizzo.
Per saperne di più consulta la privacy & cookie policy.