• News

    News

Resistenze 2018. Ghemon e Iannacone sul palco di piazza Matteotti

cs giorno1Dopo il successo delle Anteprime, che hanno animato i quartieri Europa Novacella e Don Bosco con le iniziative proposte in collaborazione con le diverse realtà del territorio, il Festival delle Resistenze entra nel vivo. Oggi pomeriggio Vertova e Calculli sui migranti e la Giornata Internazionale del Libro; stasera Celestini. Domani invece è la volta del rapper Ghemon e del giornalista Domenico Iannacone.

Una festa di quartiere, una gara di cucina tra vicini di casa, History Line, l'autobus della memoria, una mostra sugli anni di piombo. Queste le Anteprime dell'ottava edizione del Festival delle Resistenze di Bolzano che tenendo fede al tema dell'anno – Fuori dal centro. Il futuro da altri punti di vista – ha deciso di farsi itinerante nei quartieri Europa Novacella e Don Bosco, animando angoli e strade.

Domani mattina il programma riprende, come ogni giorno, con l'appuntamento Caffè e giornale col direttore a cura di Alberto Faustini, direttore del quotidiano Alto Adige, media partner del festival. Il direttore commenterà le notizie principali del giorno con il pubblico di piazza Matteotti.

A partire dalle ore 10 nuovamente in piazza il progetto Piccoli Maestri Piccole Maestre di Costituzione: le scuole che hanno partecipato al percorso proposto dalla Piattaforma delle Resistenze si raccontano il significato dei valori della Carta Costituzionale nel suo settantesimo compleanno. A scandire la mattinata ci sarà Anna Sarfatti, insegnante e scrittrice di libri per l'infanzia ma anche di saggi in ambito pedagogico. Negli anni e attraverso le sue pubblicazioni – la più nota è La Costituzione raccontata ai bambini – Sarfatti è riuscita ad avvicinare in modo semplice e divertente anche i più piccoli ai principi della Costituzione, alle pari opportunità, ai diritti e doveri dei cittadini, alla storia della Resistenza italiana. Tra i suoi lettori d'eccezione ci sono Giorgio Napolitano, che ha curato la prefazione di un suo testo e Gherardo Colombo con cui continua a condividere convegni e interventi negli istituti scolastici di tutta Italia. Alcuni suoi libri hanno introduzioni curate dall'astrofisica Margherita Hack e Teresa Mattei, membro dell'Assemblea Costituente del 1946. Con Sarfatti sul palco anche Licia De Blasi, insegnante residente a Bolzano molto attiva sul tema dell'insegnamento della cittadinanza attiva ai più piccoli. Con Sarfatti e Colombo è autrice del libro Sono stato io!

Il pomeriggio del martedì di Resistenze sarà caratterizzato da due incontri che racconteranno il territorio altoatesino. Alle 14 Tutor... anch'io?, un momento di riflessione sulla peer education e, allo stesso tempo, un invito agli studenti a diventare formatori per altri compagni più piccoli. In piazza saliranno sul palco studenti e studentesse che hanno partecipato negli ultimi anni, che racconteranno come esperienze simili non siano solo una formazione scolastica ma una vera e propria palestra di cittadinanza.

Noi siamo cultura è in programma invece per le ore 16, quando l'attenzione si concentrerà su storie ed esperienze culturali “fuori dal centro”. Tra i relatori: Mirco Benetello (Confesercenti Bolzano), Matteo Moretti (Università di Bolzano), Saman Kalantari (Museion), Sara Alberti (volontaria) Umberto Massarini (Biblioteca di Merano).

Alle 18 è la volta di uno degli ospiti più attesi dell'edizione: a salire sul palco, intervistato dal giornalista Pierfrancesco Pacoda, sarà Ghemon, rapper e cantautore avellinese amato dai più giovani. Giovanni Luca Picariello, in arte Ghemon ma conosciuto anche come Ghemon Scienz e Gilmar, si definisce un «transgender musicale», sospeso tra l’hip hop e il cantautorato: nelle canzoni mette insieme pop, rap, soul, funk e jazz, rifuggendo ogni etichetta. Sarà sul palco di Resistenze per raccontare la sua vita: una crescita personale e professionale che dalla provincia degli anni '80 lo ha portato all'accettazione di sé e alla notorietà, arrivata dopo una strada tortuosa fatta di fatiche per inseguire un sogno. L'artista si è ultimamente cimentato nella scrittura di un'autobiografia, dal titolo Io Sono: alcuni brani dal libro saranno letti in piazza Matteotti da Elia Liguori e Davide Mariotti.

A partire dalle ore 21 invece una serata con Domenico Iannacone, giornalista cresciuto professionalmente nelle testate locali molisane e arrivato a Rai Tre con la trasmissione Okkupati, un approfondimento sul mondo del lavoro. Diventa poi inviato di Ballarò, Presa Diretta e negli anni riceve per ben cinque volte il premio Ilaria Alpi, due delle quali per il programma di cui dal 2013 è autore e conduttore: I dieci comandamenti. In una intervista sul suo programma: «Volevamo continuare un percorso di conoscenza della società italiana. L'abbiamo fatto nella maniera minima, mi piacciono le storie minime, le storie che arrivano dal basso. Ho l'esigenza di raccontare storie non messe a fuoco dagli altri organi di informazione. Guardiamo dove non guardano gli altri». Iannacone arriva a Resistenze proprio per condividere l'esperienza di un viaggio intrapreso per portare alla luce luoghi e persone spesso dimenticati dall'attenzione mediatica.

Tutti i giorni...
Continua anche la possibilità di partecipare a Migrants storytellers il percorso sensoriale curato dai Giovani della Croce Rossa Italiana di Bolzano presso il Centro Giovani Corto Circuito: suoni ed immagini evocative faranno “vivere sulla propria pelle” ai partecipanti alcune suggestioni dell'esperienza migratoria, nella speranza che sperimentando, seppur in modo lieve, le difficoltà fisiche, emotive e culturali della migrazione, sia possibile contrastare atteggiamenti di chiusura.
Orari - 24 aprile: alle ore 17.15 e alle ore 19.15 / 25 aprile: alle ore 9.30; 11.30; 15.00; 17.00

NEWS

thanks to:

organised by:

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti. Navigando se ne accetta l'utilizzo.
Per saperne di più consulta la privacy & cookie policy.